ListaPosPA, l’aggiornamento del tracciato Uniemens da ottobre 2019


Per i dipendenti pubblici, in considerazione che alcuni contratti di comparto hanno previsto l’inclusione nel computo del TFR di emolumenti non utili ai fini del TFS, è stato necessario prevedere un adeguamento del tracciato Uniemens – ListaPosPA, introducendo i necessari elementi per dichiarare tali emolumenti e i relativi contributi da calcolare in misura pari all’aliquota di computo (Inps, messaggio 01 luglio 2019, n. 2440).


Come noto, per i dipendenti pubblici in regime di trattamento di fine rapporto (TFR), il relativo contributo è dovuto nella stessa misura e sulla stessa base contributiva prevista per il trattamento di fine servizio (TFS) ed è a totale carico delle amministrazioni di appartenenza degli interessati. Per gli Enti locali e per quelli del comparto Sanità tale contributo ammonta al 6,10% della retribuzione utile calcolata nella misura dell’80% (per una aliquota effettiva pari al 4,88%), mentre per le Amministrazioni statali il contributo ammonta al 9,60% della retribuzione utile calcolata nella misura dell’80% (per una aliquota effettiva pari al 7,68%). Ai sensi, poi, dell’Accordo quadro nazionale in materia di trattamento di fine rapporto e di previdenza complementare per i dipendenti pubblici, ulteriori voci retributive possono essere considerate nella contrattazione di comparto. Di qui, considerato che alcuni contratti di comparto hanno di fatto previsto l’inclusione nel computo del TFR di emolumenti non utili ai fini del TFS, è stato necessario prevedere un adeguamento del tracciato Uniemens – ListaPosPA, introducendo i necessari elementi per dichiarare tali emolumenti e i relativi contributi da calcolare in misura pari all’aliquota di computo (6,91%):
– il campo <ImponibileTFRUlterioriElem>, nel quale vanno dichiarate le voci retributive ritenute utili dalla contrattazione di comparto ai fini TFR in misura pari al 100% delle stesse;
– il campo <ContributoTFRUlterioriElem>, nel quale va indicato il totale dei contributi nella misura pari al 6,91% dell’imponibile di riferimento indicato nel campo suddetto.
La compilazione degli elementi deve avvenire a decorrere dalle retribuzioni erogate dal mese di ottobre 2019.